Vini unicorno

Pedro Balda

Abbiamo conosciuto Pedro Balda, dal 2009, un anno dopo aver iniziato il suo piccolo e personale progetto a San Vicente de la Sonsierra, a La Rioja (non più di 1200 bottiglie/anno); Andres Conde si innamorò dei vini, che li acquistò per il suo ristorante La Bodega Cigaleña.

Di recente, durante uno dei nostri viaggi per parlare con Abel Mendoza, è nata l'idea di coinvolgere Pedro Balda nel progetto Unicorn.

La sua risposta è stata molto veloce, con te Andrés, senza alcun problema. Quindi abbiamo organizzato rapidamente una visita per assaggiare di nuovo i loro vini, è stata una cotta immediata, che meraviglia il loro 2014, 2015, 2016.

Abbiamo concordato con lui di distribuirlo a livello nazionale e internazionale.Pedro aveva storicamente venduto la sua produzione in Giappone, Brasile e Spagna a Celler de Can Roca, a cui ha unito un grande rapporto di amicizia e ammirazione con Pitu Roca.

Per la vinificazione dei vini lavoriamo senza aggiunta di solfiti (ZERO SOLFITI) in nessuno dei punti del processo. Si tratta di manifestare il carattere dell'uva, senza alcun additivo che la condiziona. Né vengono aggiunti lieviti, batteri o qualsiasi altro agente che possa accelerare le fermentazioni. Il suo modo di lavorare è semplicemente lasciare che tutto accada naturalmente, senza dubbio un pioniere nella Rioja nel 2009.

Pedro fa due vini, la cosiddetta Vendemmia e la Vendemmia Selezionata.

Annata selezionata:

Dalla stessa vigna e dalla stessa vite emergono grappoli con caratteristiche diverse. I grappoli meno compatti, più piccoli e pieni del carattere che esprime Tempranillo, vengono scelti uno ad uno per creare il “Raccolto Selezionato”. Gli altri grappoli rimasti in vigna vengono poi raccolti per effettuare la "Vendemmia".

Raccolto:

Dei grappoli più compatti che si mantengono più freschi e con minor concentrazione, la “Vendemmia” avviene per diraspatura meccanica.

Consideriamo Pedro Balda un pioniere del vino naturale in Spagna, più in un'area come la Rioja, attualmente coordina il suo progetto personale con il suo lavoro come responsabile della ricerca e sviluppo a Vintae e come professore all'Università di La Rioja.