Vini unicorno

Alice et Olivier de Moor

Courgis è una piccola cittadina 7 km a sud-ovest di Chablis, dove vivono e lavorano Alice e Olivier de Moor. È lì che Olivier è cresciuto, e la sua “vecchia” cantina, la parte dove il suo Chablis invecchia in botti di rovere, è sotto la casa dei nonni. Dalla collina dove si trova Courgis, la vista spazia dai vigneti alle colline fino ai Grands Crus di Chablis. Olivier dice che il paesaggio è molto cambiato nella sua vita, che tutti i boschi, gli arbusti e i maggesi che punteggiavano le colline sono scomparsi a favore delle viti.

Alice è del Giura e i due si sono conosciuti in una grande tenuta a Chablis dove Olivier era responsabile dei vigneti. Sono entrambi viticoltori, diplomati alla scuola di enologia di Digione, con conoscenze sufficienti per prendere una direzione radicalmente diversa per i loro vigneti e vini rispetto ai loro vicini. Hanno iniziato la loro azienda piantando tre appezzamenti di Chablis - Bel Air, Clardy e Rosette - nel 1989. Dal loro primo raccolto, nel 1994, hanno mantenuto solo 15 HL. Erano ancora impiegati altrove, ma hanno rinunciato a quel calo dopo aver preso in affitto i loro vigneti di Saint-Bris: 0,55HA di Aligoté piantati nel 1902 e 0,40HA di Sauvignon blanc dal 1945. Per i successivi tre anni, hanno lavorato i loro 4HA di vigneto mentre si occupavano viti da altri viticoltori per guadagnarsi da vivere. Nel 1996, hanno piantato un grande appezzamento a Chitry (chiamato Champagne) con Aligoté e Chardonnay.

L'intera area di Chablis è altamente calcarea, con suoli formatisi milioni di anni fa in un mare caldo e poco profondo. Il calcare qui è ricco di fossili di crostacei, tra cui ostriche (exogyra virgula), ricci, bivalvi e ammoniti. Bel Air e Clardy hanno uno strato superficiale poco profondo su strati di calcare più duro con fossili, una miscela di argilla e calcare che drena molto, ancora di più a Clardy che ha argilla più bianca. Rosette ha un terreno più complesso ed è molto più difficile da lavorare. La parcella è in pendenza fino a 40% e il vigneto può essere approssimativamente suddiviso in tre parti distinte: la parte superiore è costituita da materiali stagionati su roccia dura di Portland; il pendio medio è direttamente sopra la marne Kimmeridgian, che può soffrire rapidamente di siccità. La parte inferiore, infine, è ricca di argilla densa con qualche calcare, con conseguente maturazione tardiva. Di solito fanno due raccolti lì, a volte a distanza di due settimane. Considerano il tuo miglior argomento.

Il terroir di St-Bris sono pietre erose sulla roccia di Portland. L'argilla è marrone, il terreno drena. L'appezzamento di Sauvignon blanc è esposto a nord-ovest, permettendogli di maturare lentamente e raggiungere un'espressione aromatica ottimale. Originariamente questo vigneto mancava 30% dalle loro viti, e i rimontaggi sono stati piantati per 8 anni con la selezione locale di talee Sauvignon Gris della Valle della Loira. A Chitry, anche l'argilla è bruna, su marne kimmeridgiane, e su alcune pietre focaie.

I De Moors coltivano le loro vigne in modo biologico dal 2005, una rarità nella loro zona. Nel 2002 hanno smesso di utilizzare grandi contenitori di raccolta e li hanno sostituiti con piccole cassette dove l'uva non viene pigiata sotto il proprio peso. Nel 2007, hanno costruito una grande cantina dal soffitto alto, che consente loro di svolgere tutto il loro lavoro di cantina per gravità. Nel 2008 hanno acquistato una pressa pneumatica di seconda mano per trattare le uve nel modo più delicato possibile. La SO2 non viene utilizzata alla vendemmia o durante la vinificazione. L'invecchiamento avviene in botti di Borgogna di diverse età per Chablis e Bourgogne Chitry. Le giovani viti di Aligoté vengono affinate in cemento e vasche di acciaio inox, le VV Aligoté in botti. Il Sauvignon Blanc, che spesso impiega più di un anno per fermentare, viene affinato in vasche.

Ci sono due bottiglie di Chablis: Rosette e Bel Air & Clardy, l'ultimo blend delle due tenute. Questi non hanno nulla di "normale" sotto la maturità di Chablis, né sono segnati dagli aromi di polvere da sparo creati dall'eccesso di zolfo. Olivier crede che in un'altra epoca, Chablis avesse un carattere burroso e ricco di noci simile a qualsiasi Chardonnay a bassa resa con maturità ragionevole. Segue lo stesso ragionamento per il suo Sauvignon de St-Bris, che è maturo e ricco. Le altre cuvée sono Bourgogne Aligoté VV, Aligoté regular, Bourgogne Chitry, e due prime cuvée speciali realizzate completamente senza zolfo, Chablis L'Humeur du Temps e Aligoté “A Ligoter”.

Salva e condividi il carrello
Il tuo carrello verrà salvato e ti verrà fornito un link. Tu, o chiunque abbia il link, puoi usarlo per recuperare il tuo carrello in qualsiasi momento.
Di ritorno Salva e condividi il carrello
Il tuo carrello verrà salvato con le immagini e le informazioni sui prodotti e i totali del carrello. Quindi invialo a te stesso o a un amico con un link per recuperarlo in qualsiasi momento.
L'email del tuo carrello è stata inviata con successo :)